english version ENGLISH | version française FRANÇAIS
Logo della Camera di commercio di Bergamo

Responsabilità sociale d'impresa

La responsabilità sociale d'impresa (RSI o CSR, Corporate Social Responsibility) è un concetto che difficilmente si può inquadrare in una definizione precisa e unica. A livello europeo c'è una condivisione nell'associarlo "all'integrazione volontaria delle preoccupazioni di carattere sociale e ambientale nelle attività produttive e commerciali delle imprese e nel loro relazionarsi con le diverse classi di portatori d'interesse" (Libro Verde della Commissione Europea, 2001).

Ciò significa che, agendo in modo socialmente responsabile, l'impresa tiene conto del contributo dato dalla propria attività alla qualità dell'ambiente e al sociale, preoccupandosi dei rapporti con i propri collaboratori, clienti, fornitori, partner e con la comunità e le istituzioni. La responsabilità sociale d'impresa, dunque, va al di là del solo rispetto dei requisiti legali e si riferisce a pratiche e comportamenti che un'impresa adotta su base del tutto volontaria, anche nella convinzione di ottenere dei risultati che possano arrecarle benefici e vantaggi.

Questo impegno, non infrequente, merita di essere portato maggiormente in superficie e valorizzato. È infatti importante che le piccole imprese possano abituarsi ad una visione strategica della RSI, conoscerne i vantaggi e i relativi costi, iniziare a introdurre degli strumenti snelli per gestirla e per comunicarne gli effetti: ciò nell'ottica di una sinergia tra prestazioni economiche, ambientali e sociali in modo da poter meglio competere e porre le basi per favorire la propria durata nel tempo.

I vantaggi per l'impresa

Le imprese che, consapevolmente, si trovano ad affrontare il concetto di responsabilità sociale sono imprese che vogliono valorizzare le loro prassi e investire nel loro avvenire, nella convinzione che ciò potrà comportare delle effettive opportunità di mercato: ecco perché la RSI non va considerata un elemento accessorio ma come fattore di crescita o, quantomeno, di stabilità. Un comportamento socialmente responsabile contribuisce, infatti, non solo a creare reputazione e a sostenere l'immagine, ma anche a migliorare i rapporti con tutti gli interlocutori sociali ed economici dell'impresa (il personale, i clienti, i partner e i fornitori, la comunità locale e le istituzioni, gli investitori, ecc.): tutti fattori che concorrono a determinare condizioni favorevoli all'esercizio dell'attività d'impresa e che possono fornire presupposti per vantaggi commerciali.

Progetto CSR-SC

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha costituito nel 2002 un gruppo di lavoro dedicato allo sviluppo e alla promozione della responsabilità sociale delle imprese. Il progetto ha come quadro di riferimento il Libro Verde della Commissione Europea e in particolare "l'integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali ed ecologiche nelle loro operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate". Per le imprese significa andare oltre, su base volontaria, il semplice rispetto della normativa vigente, investendo di più nel capitale umano, nell'ambiente e nei rapporti con i portatori di interesse. Significa anche considerare la RSI come un comportamento legato alla normale gestione d'impresa.

La proposta italiana si basa dunque su un approccio volontario alla RSI e ha l'obiettivo principale di promuovere la cultura della responsabilità sociale all'interno del sistema socio-economico e di accrescere il grado di consapevolezza delle imprese sullo sviluppo sostenibile. Le Camere di commercio, sulla base del Protocollo d'intesa (pdf) tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Unioncamere, entrano in tale contesto come enti che supportano, nell'ambito delle proprie attività istituzionali, iniziative di sensibilizzazione e di sviluppo del Progetto CSR-SC.

La raccolta delle buone prassi

Il sistema camerale lombardo lancia da diversi anni un bando per la raccolta delle buone prassi.
L'obiettivo è individuare e raccogliere le imprese lombarde impegnate, anche in maniera inconsapevole, su questo tema per premiarle, valorizzarle e facilitare i processi imitativi.
Il repertorio, dove si possono consultare tutte le esperienze in tema di responsabilità sociale d’impresa messe in atto dalle imprese lombarde, è presente alla pagina Repertorio delle buone prassi di Unioncamere Lombardia.

Risorse

Ultimo aggiornamento: Tue Apr 05 16:06:00 CEST 2016