english version ENGLISH | version française FRANÇAIS
Logo della Camera di commercio di Bergamo

Iscrizioni a ruolo

In caso di violazioni nel pagamento del diritto annuale la Camera di commercio di Bergamo iscrive a ruolo gli importi dovuti a titolo di diritto annuale, sanzioni e interessi calcolati secondo le disposizioni contenute nel Decreto 27 gennaio 2005, n. 54 (pdf) ("Regolamento sanzioni del Ministero delle attività produttive") e nel Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni applicabili ai casi di violazioni relative al diritto annuale dovuto alla CCIAA di Bergamo (pdf).

Le violazioni possono essere le seguenti:

  • OMESSO — in caso di mancato pagamento del diritto annuale dovuto
  • OMESSA MORA — in caso di pagamento effettuato nei trenta giorni successivi ala scadenza originaria senza maggiorazione dell'importo dovuto della percentuale dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • TARDATO — in caso di pagamento effettuato con oltre trenta giorni di ritardo rispetto alla scadenza originaria
  • INCOMPLETO — in caso di pagamento in misura inferiore al dovuto
Per scadenza originaria si intende il giorno 16 del sesto mese successivo alla chiusura del periodo d'imposta oppure, in caso di proroga dei termini di approvazione del bilancio, il giorno 16 del mese successivo all'approvazione del bilancio, secondo le disposizioni in materia di termini di versamento delle imposte sui redditi contenute nell'art. 17 del DPR 7/12/2001, n. 435.

Gli importi iscritti a ruolo vengono notificati tramite cartella di pagamento emessa dall'Agente della riscossione competente per territorio.

Nella cartella di pagamento, pagina di dettaglio degli addebiti, è indicato l'ente creditore (Camera di commercio di Bergamo), l'ufficio interessato (Ufficio diritto annuale), il tipo di violazione (omesso, omessa mora, tardato o incompleto), l'anno di riferimento e il numero REA di iscrizione al Registro imprese.

Per avere chiarimenti sugli importi iscritti in cartella è possibile inviare una richiesta collegandosi a servizionline.bg.camcom.it (utilizzare la funzione “Annullamento cartella esattoriale”).

L'ufficio diritto annuale può procedere all'annullamento della cartella qualora l'iscrizione a ruolo sia stata causata dall'errata indicazione del codice fiscale o della sigla della provincia (codice ente) o dell'anno di riferimento, sul modello F24 utilizzato per il pagamento (cosiddetti errori formali).
L'ufficio diritto annuale non può invece procedere all'annullamento della cartella in caso di errata indicazione del codice tributo o di compilazione di una sezione del modello F24 diversa da quella prevista per il pagamento del diritto annuale, non potendo essere considerati errori formali.

 

Ultimo aggiornamento: Tue Nov 29 16:42:00 CET 2016