english version ENGLISH | version française FRANÇAIS
Logo della Camera di commercio di Bergamo

Diritto annuale

Cosa è

Il diritto annuale è il tributo dovuto alle Camere di commercio per l’iscrizione o l’annotazione nel Registro delle imprese o nel REA (Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative).

 Collegandoti al sito servizionline.bg.camcom.it puoi gestire, attraverso una procedura facile, guidata e totalmente online, le richieste relative al diritto annuale per:

  • annullamento e informazioni relative a cartelle esattoriali;
  • verifica pagamenti, situazioni debitorie e sblocco certificazione;
  • domande di rimborso;
  • informazioni.

Ultimo aggiornamento: Thu Dec 15 14:41:00 CET 2016

Contatti   «Diritto annuale»

Ufficio:

Diritto annuale
Largo Belotti, 16 - 24121 Bergamo
Secondo piano

Contatti:

tel 199.113.394* (Centro di assistenza telefonica)
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00.
* Il costo della telefonata, da fisso a fisso, è di € 0,1188 al minuto.

Responsabile:

Roberto Mazzola

Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì: 9.00-12.40

Cosa facciamo:

Rilasciamo informazioni sui pagamenti del diritto annuale. Iscriviamo a ruolo le violazioni di pagamento e gestiamo le richieste di riesame o di annullamento delle cartelle esattoriali. Curiamo le richieste di rimborso del diritto annuale.

Attività presenti sul sito:

Diritto annuale   

Scadenze

DIRITTO ANNUALE 2017 - Versamento del conguaglio entro il 30 novembre 2017

Entro il 30 novembre 2017 (ovvero entro il termine di versamento della seconda rata di acconto delle imposte sui redditi previsto dall'art. 17 comma 3 lettera b) del DPR 435/01), i soggetti che, prima del 28 giugno 2017, data di entrata in vigore del Decreto 22 maggio 2017 del Ministero dello Sviluppo Economico (GU n.149 del 28/6/2017) (pdf), avevano già versato il diritto annuale 2017 per gli importi fissati con nota 15 novembre 2016 n. 359584 del Ministero dello sviluppo economico (pdf) ovvero senza la maggiorazione del 20% destinata al finanziamento dei progetti Punto Impresa Digitale, Servizi di Orientamento al Lavoro e alle Professioni, Turismo e Attrattività, sono tenuti ad effettuare il conguaglio rispetto all'importo versato senza sanzioni né interessi.

NOTA BENE – I versamenti effettuati senza l’incremento del 20% a partire dal 28 giugno 2017, devono essere conguagliati entro un anno dal termine di pagamento, con la possibilità di usufruire del ravvedimento operoso previsto dall'art.6 del DM 54/2005.


DIRITTO ANNUALE 2017 - Differimento dei termini di versamento

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 20 luglio 2017 ha prorogato il termine del pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi per l’anno 2017 per i titolari di redditi di impresa.

La proroga stabilita con il decreto sopra richiamato si applica anche al versamento del diritto annuale per l’anno 2017. La scadenza del 30 giugno 2017 è stata prorogata al 20 luglio 2017, mentre dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017 il pagamento può essere effettuato maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

Resta inteso che i soggetti iscritti esclusivamente nel REA (Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative) non titolari di reddito di impresa, non rientrano nella casistica individuata dalla norma e, pertanto, per essi rimane confermata la scadenza del 30 giugno 2017, con la possibilità di effettuare il versamento entro i trenta giorni successivi (ovvero entro il 31 luglio 2017, cadendo il 30 luglio 2017 di domenica) con la maggiorazione dello 0,40%.