english version ENGLISH | version française FRANÇAIS
Logo della Camera di commercio di Bergamo

Online il secondo numero del 2014 di Bergamo Economica

Fri Jun 27 10:21:00 CEST 2014 | Rif.: news-COS_0333

Sul sito internet della rivista trimestrale della Camera di Commercio di Bergamo sono pubblicati i cinque articoli che compongono il nuovo numero trimestrale della rivista.

L'articolo di apertura di Domenico Egizi è dedicato al complesso di Astino che vede ora un progetto di recupero delle aree agricole e boschive e dei sentieri storici. Dopo la fase della messa in sicurezza dell'ex Monastero, il recupero completo della cascina "Mulino" e il restauro completato con la riapertura al culto della chiesa del S. Sepolcro, il cammino prosegue con il recupero delle vaste aree fondiarie legate al Monastero. Un progetto strategico, concreto e di largo respiro che si inserisce nel grande evento di Expo 2015.

Il secondo articolo di questo numero è dedicato all'export provinciale. Paolo Longoni, responsabile del Servizio Studi e informazione economica dell'ente, illustra con l'ausilio di grafici e tabelle le caratteristiche dell'export della nostra provincia vero i paesi UE ed extra UE.

Nella rubrica "Osservatorio europeo" Riccardo Lena presenta il Piano di azione per il rilancio dell'Europa redatto dal Comitato Economico Sociale Europeo (CESE).

Dopo le recenti elezioni il nuovo Parlamento Europeo è chiamato a recuperare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni comunitarie, messa in discussione dalla perdurante crisi economica. Il nuovo piano quinquennale del CESE propone un programma di investimenti e azioni per rilanciare l'unione economica, sociale e democratica.

Al tema della formazione universitaria è dedicato invece l'articolo di Sauro Amboni che illustra come tra Università e lavoro vi sia una distanza da colmare. Ai giovani laureati che entrano nel mondo del lavoro si chiede capacità di aggiornare la propria formazione allo sviluppo tecnologico e alle nuove teorie applicate.

Il secondo numero della rivista si conclude con un itinerario turistico culturale fra Bergamo, Brescia e Milano. Marco Buscarino ci accompagna tra i capolavori di Botticelli dell'Accademia Carrara, nelle vicende longobarde in Santa Giulia, per finire con i tesori letterari del Salfi e della casa del Manzoni a Milano.